Get Adobe Flash player
Se fossimo Se fossimo ciò che siamo senza preoccuparci di come potrebbero giudicarci gli altri vivremmo più serenamente. Se pensassimo senza filtri e indottrinamenti non ci preoccuperemmo di pensare in modo sbagliato. Se tutti avessimo più di quel che possiamo gestire saremmo tutti ancora più infelici. Se ascoltassimo solo la voce del vento, del mare, della foresta, della terra…sentiremmo anche la voce della nostra anima. Se vedessimo con gli occhi di un bambino saremmo tutti uguali. Se assaporassimo cibo, vita, sesso, rapporti con gli altri; più lentamente, come si può gustare la dolce attesa del primo bacio, vivremmo una vita più equilibrata. Un solo essere mente corpo e anima proiettata verso l’universo, che non tradisce. G.m.k.. - ZEN: L’esperienza insegna che è tutto possibile e che ogni limite, resta tale finché non lo si supera. Per gli uomini, le convenzioni suggeriscono le definizioni, non si dia per scontato che essi siano legati a una o all’altra. La musica dell’anima non ha definizione, è uno stato di assoluta perfezione dove tutto si può compiere. L’innocenza di un bambino è pari alla sua ingenuità, vedere il mondo con gli occhi di un bambino coscienti della propria ingenuità è uno dei miracoli. Ovunque nel tuo centro, la parte più piccola di te collassa nel punto più’ remoto. Il pensiero di ciò, parte dal quel punto fino a che non puoi delimitarlo, ne ora ne mai. Abbandonando la chiesa trovi Dio in ogni dove. Non essere il tuo limite. S. Agostino disse: “Ama Dio e fai ciò che vuoi”. Appena cadranno i concetti comprenderemo l’infinito. Come tra due specchi ci riflettiamo osservandoci come esseri infiniti. Portiamo con noi le soluzioni, ricercarle è già la strada che porta al successo. - Solo la sfera resta sfera, da ogni direzione la si guardi è sempre uguale a se stessa. La goccia asserisce la sua diversità rispetto alle altre gocce, nella confusione si schianta al suolo come tutte le altre gocce. Cerchi finché non sei sazio, ma la sazietà porta all’ozio, cerchi allora di non crederti mai troppo sazio. Le parole sono solo il mezzo mediante il quale si può comprendere il fine. Ma le nude parole sono solo semi sulla roccia. I Tuoi tarocchi li trovi osservando il mondo attorno. Non importa dove tu stia andando, l’importante è che tu vada. Il viaggio conta più della meta. Nessuno sa cosa aspettarsi dietro alla porta. La strada piena di curve è una strada impegnativa, noiosa, lenta, allegra, interessante…e quant’altro ognuno la definisca. La strada piena di curve comunque per tutti, non rettilinea. Studia la vita e poi vivila. Vivi la vita e poi studiala. La salita è al pari della discesa. - Rivolgo lo sguardo all’alto muro che grigio serio e silenzioso osserva. Cerco attento, tra le ombre dei suoi sassi incastonati il mio riflesso che non trovo; intravedo solo la timida ombra che veloce sfugge come la luce. Mi volto appoggiando la schiena alla pietra, che pur dura fredda mi sorregge, sicura e certa. Di questa vita abbiamo poche certezze tra cui la durezza della pietra, dalla quale dovremmo in parte prendere esempio. Si sa che la meditazione è possibile solo nel silenzio e nell’immobilità, se fossero state le pietre, create proprio per assolvere all’eterna meditazione del mondo? Che sia questo un buon postulato? Sarò come pietra per erigere la mia vita dunque. Avrò un sasso in tasca che mi ricordi la ferma certezza ed il momento da dedicare alla meditazione. Sull’estesa pietra, erigo la casa che piano costruisco. Sulla dura pietra fisserò la scala erta al cielo. Alla pietra che non ride e non tradisce, volgerò lo sguardo in attesa di risposte. Faccia che di pietra osserva, sotto la sua forte presenza mi apparto e conforto, poi torna e custodisce alla fine del tempo concesso. Guglielmo Maria Kley

Benvenuti :)

Slideshow

In galleria

Re-Rat I°



Vuoi un blog come questo?
Ne vuoi uno più bello?
Vieni su Logga "http://logga.me" registrati e apriti un blog GRATIS!

tempo

Inverno a maggio

Number of View: 250

Stamane ho portato come sempre Joel a scuola, a piedi anzichè in bicicletta. Per 200 metri di certo non prendo l’auto. Aveva gli stivali di gomma, la giacca impermeabile e l’ombrello.

Davanti a scuola mi ha chiesto preoccupato per le raffiche di vento e l’acqua ghiacciata…”…papà ma è la fine del mondo?”
Indovinate cosa ho risposto?

Il tempo e l’elastico

Number of View: 194

 

La falena

un battito d’ali per un uragano

Non so, se più saggio, ma oggi sono più grande di ieri.
Quando qualcuno mi dice che porto bene i miei anni
dico che non ho effettivamente tempo di invecchiare ;)
Quindi dimentico il tempo che passa.
Immagino che il tempo sia come un elastico
in alcuni tratti si allunga, ed in altri si accorcia
dipende dall’intensità con cui si “tira ” la vita!

G.m.k.

Visita lartemista

Number of View: 153

tutto e nulla

Se hai voglia di investire o anche perdere, parte del Tuo magnifico tempo…tra le pieghe del mio sito lartemista…troverai disegni quadri e poesie, visioni, sentori, sentimenti, sconvolgimenti, stracci di vita e sogni, su cui ricami d’inchiostro han lasciato virtualmente i graffi. Chissà mai che sovrapponendo le mie pagine, ai magici puntini di poesia sparsi e scordati nella Tua mente, una nuova idea di vita troverai, magari senza tutto il pesante fardello dei tempi stanchi, che inesorabilmente ci portiamo centro. Poesia è l’attimo per noi, è la pausa tra un respiro e l’altro, è la certezza della fuga verso nuovi orizzonti. E’ altresì la meditazione dei tempi moderni che invitano a scordarci della nostra più intima essenza. La consapevolezza, è già un nuovo inizio.

G.m.k.

Un occhio in fiore


Uno sconsiglio

Number of View: 186


Voi, Figli,

a cui daremo l’illusione dell’infinito tempo,

cedendovi lo straccio d’infanzia e la frenetica gioventu’,

veloci a crescere, veloci a tradire le nostre vaque speranze; tardate a divenire vecchi,

non ascoltate le pompose artefatte verità dei dotti e grassi,

godete della gioia del divenire adulti,

passando da ogni spicchio di tempo,

godete di ogni gioco e di ogni istante perduto,

siate ciò che non vi chiediamo di essere,

diffidate della nostra inculcata e impotente fretta,

abbiate la pazienza che non abbiamo e

continuate a stupirci

con le vostre parole inventate

che non accettiamo se non per gioco.

Vedete come noi siamo? Siate voi ora, siate diversi,

ne nostre copie ne nostri opposti,

solo voi, creature uniche nell’Universo.

Se il tempo vi fugge,

non rincorretelo, osservatelo nel cammino,

sarà un lento compagno d’avventura,

fedele costante e sincero.

Guglielmo Maria Kley

goccia

Number of View: 158

Foto gentilmente concessa da Bruno De Boni

Buongiorno a te,

goccia di brina che

in bilico sulla punta della foglia stai.

Spicchi il salto ora

per frantumarti fra la verde e assetata erba che

d’attesa brama.

Ricordi di te il momento in cui nascesti?

Come noi del resto, senza memoria sei.

Nel tempo che fu,

spiccammo, come te ignari, tra le onde dei

destini, il nostro incosciente volo coraggioso.

Sia per noi certo il tempo,

ma solo per se stesso.

Che la goccia, simile ad ogni goccia, al momento del

distacco sia, come di ogni figlio la nascita o come di

ogni ciclo una fine.

G.m.k.

Tempo fuggito

Number of View: 141

L'edera

Senso il nostro, con gli anni perso.

Tempo che costante batte,

fuggendo come sabbia dalle dita,

stupidamente aperte e passive.

Il senso del tempo che passa è perduto.
G.m.k.

i sogni della luna

Number of View: 126

la luna

Uno spicchio di luna come spada brilla in cielo .

Tagliente come i sogni delusi che si perdono tra le rughe del tempo che scorre.

Non smettiamo di sognare,,,

G.m.k.